Share Button
meranowf

 The Official Selection, il cuore di Merano WineFestival, dove conoscere le storie di
eccellenza premiate da The WineHunter Award

Dal 9 all’11 novembre, nella cornice del Kurhaus, Wine – The Official Selection rappresenta il risultato di una ricerca durata un intero anno da parte del WineHunter Helmuth Köcher. Alla GourmetArena dall’8 all’11 novembre, Food Spirits Beer – The Official Selection, Territorium&Consortium e Spirits&Mixing offrono uno sguardo ai prodotti enogastronomici.

Merano, 25 ottobre 2019 – “Excellence is an attitude”. Il motto del WineHunter e patron della manifestazione Helmuth Köcher interpreta alla perfezione la costante ricerca dell’eccellenza che ha portato Merano WineFestival ad essere palcoscenico di grande prestigio nel mondo del vino. Un percorso alla scoperta di gioielli enologici e gastronomici che ogni anno danno vita a The Official Selection e GourmetArena, centro della manifestazione meranese in cui viene presentata la selezione dei migliori prodotti premiati con The WineHunter Award Rosso, Gold e Platinum.

kurhaus_out.JPG

Storie di eccellenza ricercate, scoperte e selezionate da Helmuth Köcher, celebre patron di Merano WineFestival, in collaborazione con commissioni di assaggio selezionate e presenti in tutta Italia, diventano protagoniste al Kurhaus dal 9 all’11 novembre, trasformando lo storico palazzo liberty in un luogo di condivisione per produttori di qualità, dove degustare i migliori vini italiani e stranieri. Tra le novità in programma per questa 28^ edizione ci sono Vino in Anfora WineHunter Area (23 vini), una nicchia che valorizza vini affinati nel modo più antico, Vino in Vulcano WineHunter Area (28 vini), uno spazio dedicato alle produzioni che rivelano l’intensa energia del territorio vulcanico da cui provengono, la WineHunter Area (330 vini), l’enoteca che offre in degustazione una selezione di vini premiati con The WineHunter Award sul palco del Kurhaus, novità di quest’anno. E ancora Wine International (83 produttori), un’area dedicata interamente ai vini provenienti dalle migliori aree vitivinicole del mondo e l’Union des Grands Crus de Bordeaux (13 produttori), ambito in cui storici Chateaux propongono in degustazione i loro prodotti più prestigiosi, facendosi portavoce di una cultura enologica che si tramanda immutabile da decenni. Da non perdere le New Entries (47 produttori Nord, Centro, Sud e Isole), in Sala Czerny, in cui sfilano le cantine che partecipano per la prima volta a Merano WineFestival, Old Vintage Collections, l’appuntamento con le vecchie annate che presso i singoli banchi di assaggio delle aziende porta in rassegna bottiglie con almeno 10 anni di invecchiamento e, infine, Dulcis In Fundo (13 produttori) nel Pavillon des Fleurs, entrambe lunedì 11 novembre. Inoltre, sempre all’interno del Kurhaus, la Kursaal rende omaggio a Leonardo Da Vinci in occasione dei 500 anni dalla sua scomparsa, dedicando uno spazio esclusivo alla sua passione in tema enologico e alla sua ricerca dell’eccellenza in ambito vinicolo.

Prodotti enogastronomici unici e pregiati trovano invece posto nell’adiacente GourmetArena, dove è possibile degustare i prodotti della Culinaria, Beerpassion e Aquavitae e l’area Spirits&Mixing con il suo Cocktail Bar, novità di quest’anno. Qui, due sezioni speciali denominate Territorium e Consortium, dall’8 all’11 novembre presentano alcuni tra i più belli e preziosi territori italiani come Campania, Abruzzo e Lombardia, attraverso le rispettive Associazioni e Consorzi di Tutela.

kurhaus_1 (1).jpg
Fonte: Ufficio Stampa & PR:
smstudio srl | stefania mafalda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *